In viaggio tra un ricordo e una speranza

Sono passati minuti

Sono passate ore e giorni

Sono passate settimane e mesi

 

Non era la fine era una pausa. Così voglio pensare la mia assenza. Ho sistemato tante cose nella mia vita. Restano 1.000 Progetti e poche persone importanti, restano.

 

 

Continue reading

Una merenda con i Fiocchi – i miei biscotti con la Nutella

Avete presente quei giorni in cui non avete minimamente voglia di Nutella ma cercate qualcosa di più light? Io no! 

 

Cuori integrali ripieni alla Nutella <3

 

cuori di biscotto alla nutella 2

Ingredienti

Per la pasta

Segui le dosi a questo  link ma ricordati di sostituire a metà della farina 00 la farina integrale e usare zucchero di canna al posto dello zucchero semolato

Per il ripieno

Abbondante nutella  

 Come si procede

1

Seguite queste indicazioni per fare l’impasto della pasta e conservatela in frigo per 2-30 minuti.

 

2

Stendete la pasta dello spessore di circa 4-5 cm e con uno stampino da biscotti ricavate tanti piccoli cuori. 

3

Scaldate la nutella immergendo il vasetto in acqua bollente, sarà più facile stenderla in questo modo. Coprite ciascun cuore con un’altro. 

4

Con le dita fate aderire  bene i bordi e, con una forchetta, decorateli. Spolverate con zucchero e infornate a 200° per circa 20 minuti.

 

cuori di biscotto alla nutella

Alcuni consigli

 

Davvero preferite qualcosa di più leggero? Davvero? Provate questi alle mele allora:) 

Per un risultato molto simile ma più veloce fate dei fagottini usando un coppapasta rotondo e, una volta posizionata al centro la farcia piegateli ottenendo una mezza luna

biscotti mele e mendorle integrali finale

Ricette di Natale – Passano gli anni ma i Nostri Biscotti restano i Migliori

Una ragazza che si divide tra Università, Ragazzo, Pulizie dell’appartamento, treni in ritardo e palestra… Due anni per cambiare così tanto. Due anni dopo per essere quello che sono, per  avere quello che ho sempre sognato, per realizzare quel desiderio che tutte le donne hanno… Un lavoro ricco di soddisfazione e una vera autonomia… ma basta davvero? … Maria, Gli affetti restano i migliori… La famiglia è lontana e le foto del Mio paese su Facebook non bastano più? E’ ora di fare i biscotti delle feste… Natale non è poi così distante!

Lo vedo nei sorrisi della gente e  nelle bancarelle di piazza Capitaniato.

Lo sento nella musica dei negozi e nei profumi delle cioccolaterie.

Lo percepisco nel tè caldo delle cinque e nel gelo delle palle di neve.

Il Natale è arrivato e con lui il tempo di pensare ai regali di Natale e ai menù delle feste. L’albero di Natale di Padova è super luminoso anche se un poco smilzo e passeggiando tra i mercatini di Natale ho pensato a che post pubblicare per questo magico Natale in arrivo: “Certo, farò una serie di tre post a tema natalizio”, ecco l’idea.  Il primo “pensierino di Natale” è questo: vi posto la ricetta dei cookies americani davvero carini e super gustosi, comodi da nascondere sotto l’albero della zia e carinissimi da infilare nelle ceste di Natale della suocera.

American cookies con tante gocce di cioccolato


american coockies4

 

 

Ingredienti per una 50 di biscotti

Un uovo

125g di zucchero raffinato

125g di zucchero di canna

100g di burro

1 cucchiaino di bicarbonato

250g di farina

Aroma alla vaniglia

Continue reading

Cuori Integrali ripieni di Mele e Nocciole – Per la serie “il Biscotto che Volevo”

Andare a dormire alle 5.30 per svegliarsi alle 7.15, ballare tutta la notte con un pensiero fisso in testa che sai non se ne andrà presto, mangiare pizza alle 4.00 del mattino anche se non hai appetito ma “lo sai che devi mangiare”. E poi, dopo il sole, arrivano loro, i biscotti con il cuore morbido di mele, nocciole e cannella. Dai un morso e tutto sembra sparire perché i sapori al palato sono così azzeccati che quello che vuoi è tra le tue dita. …sì… MAGARI. Magari fosse così facile! Ci avevate forse creduto? Cavoli, se bastasse un biscotto a cancellare tutti i problemi avrei 150 kg ma sarei la donna più felice del mondo; diciamo così, un biscotto, sopratutto questo biscotto, può aiutare ma i vostri problemi dovete risolverli in altro modo!

Cuori integrali ripieni di Mele e Nocciole

FINALE BISCOTTI MELE E NOCCIOLE

Ingredienti

Per la pasta

Segui le dosi a questo  link ma ricordati di sostituire a metà della farina 00 la farina integrale e usare zucchero di canna al posto dello zucchero semolato

Per il ripieno

Miele Millefiori

3 Mele Renette

Due pugni di nocciole

Un pugno di Uvette

Due cucchiai di zucchero di canna

Una manciata di Cannella

 

 Come si procede

biscotti mele e mendorle integrali 1

1

Seguite queste indicazioni per fare l’impasto della pasta e conservatela in frigo per 2-30 minuti.

 

biscotti mele e mendorle integrali 2

2

Stendete la pasta dello spessore di circa 4-5 cm e con uno stampino da biscotti ricavate tanti piccoli cuori. Sciogliete il miele in una casseruola con un goccio di acqua e, con un pennello in silicone, bagnate la superfice dei cuori.

 

biscotti mele e mendorle integrali 2

3

Preparate il ripieno tritando le mele sbucciate con il resto degli ingredienti aggiungendo alla fine l’uvetta lavata e strizzata. Posizionate la farcia al centro dei cuori  (ricordatevi, solo su metà dei biscotti) e accoppiateli.

 

biscotti mele e mendorle integrali 2

4

Con le dita fate aderire i bordi e, con una forchetta, decorateli. Spolverate con zucchero e infornate a 200° per circa 20 minuti.

 

Alcuni consigli

Non vi piacciono le mele? Potete provare un ripieno di pere e cioccolato oppure nocciole e Frutti di Bosco

Per un risultato molto simile ma più veloce fate dei fagottini usando un coppapasta rotondo e, una volta posizionata al centro la farcia piegateli ottenendo una mezza luna. 

biscotti mele e mendorle integrali finale1

Tre ingredienti: Pere, Marsala e Sfoglia… Un dessert ideale

#SAPEVATELO

 Nel Settecento le pere erano considerate dolci “da passeggio”! Per le vie, un ambulante chiamato Peracottaro, le vendeva cotte, ricoperte di caramello e infilzate su un bastoncino per poterle mangiare per la strada.. !

Pere al Marsala in Crosta di Sfoglia

pere in crosta di sfoglia 4 wm

Gli Ingredienti

Una confezione di Pasta Sfoglia rettangolare

Tre pere abate 

Marsala

Due cucchiai di zucchero 

Cannella

Come si procede

pere in crosta di sfoglia step 3 wm

1

Pulite le pere e levate la buccia. Tagliatele a metà e cuocetele in una padella con  abbondante Marsala e lo zucchero.

pere in crosta di sfoglia step 4 wm

2

Dopo circa 15 minuti le pere saranno dorate e il marsala, unito allo zucchero, avrà creato una crema dolcissima e densa. Aggiungete la cannella e lasciate raffreddare.

pere in crosta di sfoglia step 5 wm

3

Tagliate per il lato lungo la sfoglia ottenendo due rettangoli della stessa grandezza. In una tortiera da Plum-Cake foderata con carta da forno mettete il primo strato di sfoglia e bucherellatelo con una forchetta. E’ l’ora delle pere: Mettete le Abate cotte sulla sfoglia ricoprendole con lo sciroppo di marsala e zucchero.

pere in crosta di sfoglia step 6 wm

4

Chiudete con l’altro rettangolo di sfoglia.  Fate dei piccoli tagli obliqui sulla pasta e infornate a 200°  per 15 minuti. 

pere in crosta di sfoglia 3

5

Servite tiepida a fette magari con un bicchierino di Marsala e decorandolo con del topping al cioccolato. 

Alcuni Consigli

Amanti del cioccolato? Potete rendere ancora più goloso questo dessert distribuendo un pugno di gocce di cioccolato fondente sulle pere prima di coprire con il secondo strato di sfoglia. 

Errore Comune: La sfoglia deve essere farcita sempre a freddo. Creme, Frutta e Farce varie, prima di essere disposte sulla pasta, devono essere a temperatura ambiente altrimenti la sfoglia perde tutta la sua fragorosità!

pere in crosta di sfoglia 2 wm

Torta integrale con mele, miele e un kg di grazie a La Cucina Italiana

“Delle buone torte di mele sono una parte considerevole della nostra felicità domestica.”

Jane Austen 

Con questo post voglio ringraziare la gentilissima Laura Forti e tutto lo Staff de La Cucina Italiana per aver raccontato il Mio Blog e la Storia della mia Famiglia nel numero di Ottobre in corrispondenza della ricetta della Pasta e Fagioli. La soddisfazione mia è stata tanta ma, almeno altrettanta, quella della mia Nonna Marianna. Pensate che ogni ospite che la visita non esce dalla sua casa senza aver letto l’articolo almeno 3 volte e sentito la storia del mio blog (e della Pasta e fagioli).

Con questa ricetta (che trovate in versione originale alla pagina 128 del numero di Novembre) voglio dire davvero GRAZIE a questa rivista: GRAZIE per aver dato il giusto rilievo a un piatto della tradizione veneta che spesso non ha il valore che merita,  GRAZIE per avermi dato il coraggio di continuare a testa alta con i miei sogni e obiettivi per cui lavoro a questo Blog ormai da 2 anni, GRAZIE per aver dato un altro motivo di orgoglio alla mia nonna (e qualcosa di cui parlare con i suoi ospiti)!

Torta Mele e Miele (Saracena di Mele e Amaretti nella Rivista)

torta integrale con mele e amaretti

Ingredienti 

200 gr di Farina

250 gr di farina di farro

Una bustina di lievito vanigliato per dolci

220 gr di zucchero di canna

100 gr di burro

100 gr di mascarpone

100 gr di miele millefiori

80 gr di amaretti

125 gr di Yogurt Magro

100 gr di uvetta

4 Uova

3 Mele Golden

Burro e Farina per lo stampo

Come si procede

torta integrale con mele e amaretti

1

Sbucciate le mele e tagliatele a spicchi. Sciogliete il miele in una padella ampia con dell’aroma alla vaniglia. Pochi minuti dopo aggiungete le mele e lasciatele ammorbidire per circa 5 minuti. Aggiungete ora l’uvetta lavata e strizzata. Spadellate per altri 3-4 minuti (aggiungete un goccio di acqua se il tutto vi sembra troppo asciutto)

torta integrale con mele e amaretti

2

Fate una crema mixando insieme 8 spicchi di mela, il burro, il mascarpone e lo zucchero.

torta integrale con mele e amaretti

3

Ora aggiungete all’impasto anche le farine setacciate, lo yogurt, il lievito e un pizzico di sale.  Alla fine unte anche le 4 uova.

torta integrale con mele e amaretti

4

Componiamo la torta. L’impasto va messo per primo nella tortiera imburrata e infarinata, sopra disponete a raggiera le mele al miele con l’uvetta.

torta integrale con mele e amaretti

5

Chiudete la torta con gli amaretti sbriciolati grossolanamente.

In forno per 45-50 minuti a 180°

Alcuni consigli

La rivista consiglia di servire la torta con una crema aromatizzata all’amaretto, è una buonissima idea ma a me la torta è piaciuta da morire anche mangiata così, con una semplice spolverata di zucchero a velo;

Mi piace assai anche l’idea di fare la torta con le pere al posto delle mele golden… ci proverò sicuramente;

Volete dare una marcia in più al dolce? nell’impasto mettete anche un bicchierino di liquore all’amaretto.

torta integrale con mele e amaretti

Crostata con cuore di Zucca e Gocce di Cioccolato; quando Zumba è sinonimo di Torte e Pizzette

 Questo post arriva un po’ in ritardo, lo sò, ma la ricetta è talmente interessante che non posso nè ometterla nè aspettare il prossimo Ottobre per girarvela. Sapete dove l’ho imparata? A Zumba, Credeteci! Si, perchè capita a tutti di fare una bella lezione di fitness, di quelle in cui indossi i pantaloncini corti e la canottiera Nike per fare la sportiva e poi  ti ritrovi a staccare 10 minuti in anticipo per gonfiarti di dolci e schifezze varie nella segreteria della Palestra. Se però, come in questi casi, l’occasione è buona per imparare dalle compagne delle buone, buonissime ricette allora si che la cosa si fa interessante! …e poi, voi le sapete tutte le proprietà della zucca? Sentite qua… 

“[…]Con la zucca si può essere in forma  perché ha un basso apporto calorico, fa bene alla vista e favorisce la depurazione dell’organismo; è, infatti, ricca di fibre, dà un senso di sazietà anche in piccole quantità e ha un effetto diuretico che aiuta a eliminare i liquidi in eccesso!”

E allora perché continuare a fare solo la crema di zucca e piselli… concediamoci una bella fetta di questa torta (meglio se dopo di una lezione di Zumba)

Crostata con Cuore di Zucca e Gocce di Cioccolato – 400 kcal a porzione c.a. 

dolce zucca e cioccolato

Cosa vi serve

Ingredienti e dosi, qui,  per la frolla (più della scorza o dell’aroma all’arancio)

150 gr di Ricotta Fresca

100 gr di gocce di Cioccolato fondente

400 gr di Polpa di Zucca

Un Uovo  

Un Cucchiaio di Zucchero 

Come si Procede

1

Preparate la frolla seguendo questa ricetta (aromtizzate però con della scorza d’arancio bio o dell’aroma all’arancia). Conservate la Frolla per circa 30 minuti in frigo. 

2

Prendete la polpa di zucca già sbollentata è scolata dall’acqua in eccesso e unitela a 150 gr di ricotta, un uovo,  alle gocce di cioccolato e a due cucchiai di zucchero. Create una crema bella densa. 

3

Ora formate la crostata. Con 2/3 di frolla stendete la base in una tortiera da 26 cm circa, farcite con la crema di zucca e cioccolato e coprite con delle strisce larghe la superficie. In forno a 180° per 40 minuti circa.

dolce zucca e cioccolato

Alcuni consigli

Poco amanti della zucca? La torta è perfetta anche con ricotta e mirtilli come ho fatto qua oppure con ricotta e uvetta o cioccolato

Per fare delle strisce perfette di decorazione ponete la frolla rimasta nel congelatore per 5-8 minuti… non si romperanno e saranno davvero belle e facili da posizionare sul dolce. 

La torta ti serve domani? Poco prima di servirla bagnala con del bianco d’uovo e dello zucchero, conferirà freschezza e lucidità al dolce!

dolce zucca e cioccolato

“Made with Love… & Fruits” – Frolle Rustiche alle tre Marmellate con farina di Farro

La conoscete la favola del piccolo ometto che raccoglie frutti e bacche da boschi di montagna? Lo avete immaginato entrare nel suo piccolo laboratorio “magico” dove, unendo la polpa allo zucchero, crea delle magiche creme colorate che noi umani chiamiamo “Marmellate”? Beh, mi tocca dirvelo, esiste davvero! 

Sto parlando di Rino e della sua piccola, grande magia: l’Azienda Agricola “La Giasena“. Lui (con i suoi magici prodotti) l’ho incontrato per caso a una fiera dedicata ai prodotti enogastronomici del Triveneto, è stato amore a prima vista. Le sue marmellatine di frutti locali, i succhi densi e zuccherini e le confezioni regalo mi hanno fatto subito pensare a una favola, a un’offerta che supera ogni prodotto industriale, sbarella ogni concorrenza! Quello che posso fare è proporvi i suoi prodotti sani e genuini e regalarvi una ricetta tutta Cadorina: Frolle di Farro alle tre marmellate!

Frolle di Farro alle Tre Marmellate

biscotti al farro

 Ingredienti

250 gr Farina di Farro

50 gr di burro

1 Uovo 

La scorza grattuggiata di un limone non trattato

130 gr di Zucchero (di cui 60 gr di zucchero di canna)

Mezza bustina di lievito Vanigliato

Marmellate varie (io ho usato la marmellata di Sambuco, Corniole e Nespole de “La Giasena

Come si procede

biscotti al farro

1

Preparate la Frolla seguendo questa ricetta (usate però la farina di Farro).

biscotti al farro

Preparata la pasta e lavorata a mano per qualche minuto lasciatela in frigo a rassodare per circa 30 minuti. 

biscotti al farro

2

Stendete la pasta frolla usando della farina 00 perchè non attacchi al piano di lavoro. Con un coppa pasta medio fate dei cerchi e, su metà di questi, con dei mini stampini per biscotti fate il buco centrale (Vedi foto… mammamia quanto è difficile spiegare questo passaggio!). 

biscotti al farro

3

Sui Biscotti ancora “Pieni” spalmate della marmellata, poi, chiudete con il biscotto “bucato”. Infornate per 10-13 minuti a 180°. 

4

Sfornate e servite freddi con dello zucchero a velo. Con il thè o del latte caldo saranno una perfetta colazione o una merenda golosa tra amiche. 

Alcuni consigli

Non siete troppo amanti della farina di Farro? Per un gusto rustico ma meno rischioso,usate la farina 00 classica ma usate solo zucchero di canna e aromatizzate alla cannella! 

Con le formine di pasta che ricaverete dai “buchetti” centrali potete fare dei mini biscottini da tè decorandoli con cioccolato fondente fuso o grassa reale. 

biscotti al farro

Avete delle domande o, come La Giasena, volete collaborare con Cuoche Si Diventa? Compilate questo form e fatemi la vostra richiesta! Risponderò al più presto! 

Mini flan al Cioccolato Bianco per addolcire queste giornate amare

“I Maya credevano che il cioccolato avesse il potere di liberare desideri nascosti e di svelare il destino”

Dal Film Chocolat

Scusate il ritardo!.. Non è un periodo troppo facile questo e, l’arrivo dell’autunno e del freddo, non aiuta affatto! Ecco allora che arriva qualcosa che ci può aiutare davvero: i mini flan al cioccolato bianco perché io lo credo davvero che possano sollevare l’umore!

Mini Flan Al Cioccolato Bianco – 230 Kcal a porzione

DEFINITIVO MINI FLAN AL CIOCCOLATO BIANCO

Ingredienti

  • 150g di frumina
  • 120g di zucchero
  • 120g di burro
  • 100g di ricotta
  • 50g di cioccolato bianco
  • 2 uova
  • Lievito vanigliato
  • Sale
  • (6 Tortine al Cioccolato Bianco Loacker)

Come si Procede

ricette con il cioccolato bianco

1

Lavorate il burro ammorbidito e lo zucchero;


ricette con il cioccolato

2

Aggiungete i tuorli, il cioccolato sminuzzato, la ricotta, la farina e il lievito. Montate fino a ottenere una crema molto densa;

mini flan al cioccolato bianco 3

3

Montate a parte gli album a neve con un pizzico di sale e aggiungeteli al composto (mescolando dall’ alto al basso). Adesso riempite gli stampini per metà;

 

torta con il cioccolato bianco

(4)

Per un’idea originale: Prendete 6 Tortine al cioccolato Bianco Loacker e sminuzzatele;

5

Usate le “Briciole” dolcissime che avete ottenuto e guarnite i Mini Flan. Cuoceteli in forno per 10 minuti a 200°. Servite tiepidi con una spolverata di zucchero a velo.

ricetta al cioccolato

Alcuni Consigli

  • Sono Mini flan Signori, non Muffin, vanno quindi serviti tiepidi mi raccomando! Saranno super morbidi e il cioccolato ancora fuso darà loro una marcia in più (anche due:))
  • Amanti del cioccolato fondente? Ormai lo sapete, la cucina è creatività, provate a usare il vostro preferito e vedrete che sarà perfetto!
  • Non siate pigri! I bianchi ‘uovo vanno montati a parte e uniti alla fine al composto… Qui sta il segreto della sofficità (insieme alla fecola di patate)

La torta della nonna (ma con le mandorle)

“Fai la frolla” “Sbatti tuorli con zucchero, farina” “Guarda che non voglio che avanzino albumi” “La crema NON deve essere calda quando la metti sulla pasta!” “E che ci faccio con i bianchi?” “Ma per la frolla bastano 10 minuti in frigo???” ..

Aaargh, per fortuna ho scelto di fare questo dolce perché: “Tanto è un attimo!” Beh, in effetti, gli albumi li possiamo congelare (segnando quanti sono oppure il peso) tenendoli per fare magari un’angel peach cake e, se la facciamo in due momenti  in modo che frolla e pasticcera si raffreddino durante la pausa, tutto sarà più sereno e non avrete i brontolii di chi, come gli anziani ai lavori pubblici, vuole dirigere il lavoro.

Ancora una domanda “Ma quanto costano i pinoli?” Un patrimonio! (e io faccio solo la stagista!!) Una mini confezione da pochi grammi (saranno manco 40!) alla modica cifra di 3.50€. Eccola allora la versione “Torta della Mia Nonna” fatta con le mandorle!

Crema pasticcera, frolla (e mandorle) per la torta della mia nonna -Circa 380 kcal per fett(ina)

Torta della nonna poche uova

Come si procede

1

Prima di tutto preparate la crema pasticcera secondo queste indicazioni e, mentre inizia a raffreddare, preparate  la frolla secondo le indicazioni dedicate al guscio di pasta nella ricetta della Crostata mirtilli e ricotta;

2

Ora attendete 30 minuti mettendo frolla e crema in frigo (separate e coperte);

3

Passato questo tempo prendete un po’ più di metà frolla, stendetela e ricoprite una tortiera da 14 cm dopo averla imburrata e infarinata. Ricordatevi di bucherellarla con una forchetta. Farcite con la crema pasticcera e livellatela.

ricetta crostata

4

Chiudete con un secondo strato di pasta frolla e bucherellate anche questo. Distribuite le mandorle sbriciolate grossolanamente su tutta la superficie della torta. Infornate a 180° per 30 minuti mettendo la torta nello scomparto più basso del forno. Servite con abbondante zucchero a velo.

torta alla crema ricetta

Alcuni consigli

  • Io ho messo le mandorle in cottura insieme alla torta, potete anche aggiungerle solo gli ultimi 10 minuti di cottura, non correrete il rischio di bruciacchiarle. 
  • La difficoltà della ricetta? Levare il dolce dalla tortiera! Usate uno stampo a cerniera o ricopritelo di carta da forno, avrete meno difficoltà al momento di servirlo. Così non sarete costrette (come me) a portare la torta direttamente nello stampo! 

Torta della nonna con poche uova