Focaccia dolce (versione facile!)

Pasqua, è tempo di focaccia! Era il mio primo esperimento: parto molto sfiduciata per non aver trovato lo stampo a forma di colomba…ho deciso di provarci lo stesso, ho usato una tortiera rotonda bella grande. Il risultato è stato davvero soddisfacente! Provate questa ricetta perché ha una riuscita fantastica!

focaccia dolce

 

Ingredienti:

  • 500g di farina manitoba
  • 100g di zucchero
  • Mezzo cubetto li lievito di birra fresco o 30g di lievito madre essiccato
  • 1 cucchiaino di sale
  • 150ml di acqua
  • 80ml di olio (io ho usato l’olio di cocco e ve lo raccomando!)
  • 2 uova intere + 1 tuorlo
  • Buccia grattugiata di 1 limone
  • Buccia grattugiata di 1 arancio
  • 1 bacca di vaniglia
  • Per la glassa:
  • 1 tuorlo
  • ½ bicchiere di latte
  • 1 cucchiaio di zucchero

 

Procedimento:

Premessa: se avete a disposizione una planetaria, vi consiglio caldamente di usare quella; altrimenti mettete al lavoro il vostro uomo e fatelo impastare con energia!

  • Mescolate insieme la farina, lo zucchero, il lievito, l’olio (se quello di cocco utilizzatelo in forma liquida), i semi di vaniglia e la buccia di limone ed arancio.
  • Versate al centro metà dell’acqua (a temperatura ambiente) e le uova (anche queste non da frigo) una per volta iniziate ad impastare (con la planetaria 3 minuti circa, a mano 5).
  • Aggiungete la restante parte di acqua e il sale.
  • Ora riprendete ad impastare: ci vorranno circa 15 minuti con la planetaria e almeno 20 a mano. Se usate la planetaria abbiate cura di staccare l’impasto dal gancio 2 o 3 volte e rigirarlo. Sarà pronto quando prenderà consistenza e forma, e non risulterà più troppo appiccicoso.
  • Fase importantissima: la lievitazione. Riponete l’impasto in una ciotola capiente e coprite con un canevaccio bagnato; lasciatelo lievitare in un posto caldo (almeno 22 gradi) e al riparo da correnti d’aria per 8/12 ore. Io l’ho preparato la sera e lasciato riposare tutta la notte.

collage focaccia

  • Trascorso questo tempo, l’impasto sarà raddoppiato di volume (o anche più); trasferitelo nello stampo e lasciate lievitare un’altra ora.
  • Prendete mezzo bicchiere di latte e mescolatelo con 1 tuorlo e 1 cucchiaio di zucchero; glassate con questo preparato la superficie della focaccia.
  • Cuocete a 180°C in forno già caldo per 30/35 minuti.

 

APPUNTI PER IL VOSTRO RICETTARIO

  • Per avere una lievitazione ottimale, usate una farina forte come quella manitoba o farina di tipo 0.MATITA
  • La focaccia è caratterizzata da un aroma inconfondibile: è importante usare arance e limoni di ottima qualità perché determineranno il sapore del vostro dolce.
  • Potete aggiungere in superficie degli zuccherini, oppure mandorle intere o ancora guarnire (da fredda) con zucchero a velo!

Tigelle (o Crescentine) modenesi

tige2

Queste focaccine tipiche di Modena sono veloci, facili e si cuociono direttamente in padella in pochi minuti. Si possono farcire sia con un ripieno salato che dolce, e possono anche sostituire il pane a tavola!

Ingredienti (per 8/10 tigelle):

  • 430g di farina 00
  • 250g di yogurt bianco (non zuccherato)
  • 1 bustina di lievito istantaneo per torte salate
  • 2 pizzichi di sale
  • 40ml di acqua

Procedimento:

  • Versate la farina in una ciotola capiente, mescolate assieme la bustina di lievito.
  • Fate un buco al centro e versate l’acqua tiepida, lo yogurt e il sale.
  • Mescolate aiutandovi prima con un mestolo, poi potete trasferire sul piano di lavoro ed impastare a mano per circa 5 minuti.
  • Se avete tempo, fatela riposare per una mezz’ora in frigorifero avvolta nella pellicola. Potete comunque procedere a stendere la pasta subito, perchè l’impasto è già bello elastico e facile da lavorare.
  • Stendetelo con un mattarello per uno spessore di circa 5mm.
  • Con un coppapasta, o una tazza grande, (vi consiglio di tenere un diametro non inferiore a 10cm, altrimenti andrete male a tagliare e farcire le tigelle) ricavate dei dischi.collage tigelle 1
  • Cuocete in una padella antiaderente (già calda), circa 3 minuti per lato e con il coperchio.
  • Quando la superficie sarà dorata e avrà fatto una crosticina croccante, le vostre tigelle saranno pronte per essere farcite e gustate!tige1

 

APPUNTI PER IL VOSTRO RICETTARIO

  • Per la farcitura potete sbizzarrirvi alla grande! Io qui vi ho proposto una prima MATITAversione con stracchino, rucola e pomodorini, e un’altra con gorgonzola e spinaci spadellati. Usate la fantasia: questa ricetta può essere un ottimo svuotafrigo!
  • Poi, se volete concedervi una golosità a fine pasto…perchè non provarle con la Nutella? Da leccarsi i baffi!
  • Le tigelle possono essere congelate da cotte, in comodi sacchetti da freezer. Se vi trovate all’ultimo minuto senza pane in tavola, le scongelate e scaldate in padella, saranno come appena fatte!

Ciambellone Cocco & Philadelphia

Questa ricetta è nata per caso, con l’intento di smaltire una confezione di Philadelphia che avevo in frigo. E’ stata una scoperta fantastica!! Il ciambellone è uscito davvero sofficissimo e SUPER coccoso 🙂

ciambellone cocco

Ingredienti (per uno stampo a ciambella da 24cm):

  • 200g di farina 0
  • 50g maizena (oppure fecola o frumina)
  • 150g di zucchero
  • 150g di farina di cocco
  • 1 bustina di lievito
  • 150g di Philadelphia
  • 2 uova
  • 120ml di latte
  • 80ml di olio di semi

Come prepararlo:

Montate le uova con lo zucchero: se avete lo sbattitore elettrico usatelo (viene incorporata più aria e le uova si gonfiano di più), altrimenti potete usare la frusta manuale.

In un recipiente a parte, mescolate il formaggio Philadelphia con il latte e l’olio; quando il tutto sarà ben amalgamato, unitelo al composto di uova.

A questo punto aggiungete gli ingredienti secchi: farina e maizena (ben setacciate), la farina di cocco e il lievito.

Oliate ed infarinate la tortiera, quindi versateci l’impasto.

Infornate per circa 40 minuti a 180°C.

APPUNTI PER IL VOSTRO RICETTARIO

MATITA

  • Provate ad utilizzare la robiola al posto del Philadelphia: risultato garantito!

 

Risotto rucola e speck

Domenica…risotto! Coloriamo un pò il piatto con una crema di rucola e insaporiamo con listarelle di speck!

risotto rucola speck

 

Ingredienti (per 4 persone)

  • 300gr di riso (io ho utilizzato l’Arborio marchio Coop)
  • 1 litro circa di brodo vegetale
  • 3 o 4 fette di speck
  • 2 o 3 manciate di rucola
  • 1/2 cipolla
  • Brandy o vino bianco
  • Parmigiano qb
  • Olio evo

Procedimento:

Tritate finemente la cipolla e fatela rosolare in padella con un pò d’olio, aggiungete quindi lo speck tagliato a listarelle (o cubetti se preferite) e il riso.

Fate tostare un paio di minuti, poi sfumate con il brandy o il vino bianco.

Unite a poco a poco il brodo, tenendone da parte mezzo bicchiere.

Mentre il riso cuoce, mettete in un bicchiere da immersione la rucola con il brodo conservato e frullate con il minipimer.

pesto di rucola

A 5 minuti dal termine della cottura,  unite il brodo di rucola e qualche foglia di rucola spezzettata.

Mantecate a fuoco spento con abbondante parmigiano grattugiato e il vostro risotto è pronto!

APPUNTI PER IL VOSTRO RICETTARIO

MATITA

  • Al posto dello speck va benissimo anche un prosciutto crudo bello saporito.

 

 

Mezzelune alla ricotta

Per una merenda perfetta provate questi biscotti morbidissimi e davvero irresistibili! La ricotta usata nell’impasto gli dà una consistenza davvero particolare.

 

mezzelune ricotta

Ingredienti (per circa 40 biscotti):

  • 300g di farina
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 300g di ricotta vaccina
  • 200g di burro
  • Per il ripieno: marmellata di ribes o nutella

Procedimento:

In una ciotola mescolate la farina con lo zucchero ed il lievito. Aggiungete la ricotta (se usate una ricotta granulosa, schiacciatela bene con una forchetta prima) e mescolate.

Trasferite il composto sul piano di lavoro ed incorporate il burro ben freddo a tocchetti.

Lavorate l’impasto finchè il burro non sarà perfettamente amalgamato, poi formate una palla ed avvolgetela nella pellicola; fatela riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.

A questo punto stendete la pasta, aiutandovi sempre con della farina per non farla appiccicare. Tenete uno spessore di circa 4/5mm.

Con un bicchiere ricavate dei cerchi, e al centro di ognuno mettete un cucchiaino di marmellata o nutella (per i più golosi!).

Piegate a metà i dischi come se fossero dei ravioli, e premete bene sui bordi aiutandovi con i rebbi di una forchetta, in modo che non si aprano durante la cottura.

Informate a 180°C per 20 minuti.

Una volta che le vostre mezzelune saranno raffreddate, guarnite con abbondante zucchero a velo e…tutto pronto per una super merenda!

APPUNTI PER IL VOSTRO RICETTARIO

  • Potete conservare i biscotti in una scatola di latta per 5/6 giorni. Utilizzando unMATITA

    ingrediente fresco come la ricotta, sono più delicati rispetto ad altri impasti.

 

 

 

 

 

 

 

Capesante gratinate – la versione classica

Una volta ogni tanto, possiamo concederci il lusso di una cena con queste regine del mare!

capesante2

Ingredienti

  • 10 capesante
  • 40g di pangrattato
  • ½ bicchiere di cognac o vino bianco
  • Erbe aromatiche (prezzemolo, origano, timo, rosmarino)
  • Sale e pepe
  • Olio evo

Procedimento

  1. Iniziate preparando la panatura: mescolate in una ciotola il pangrattato con le erbe aromatiche tritate, il sale e il pepe. Aggiungete poi il cognac o il vino bianco. Otterrete un composto “sbricioloso” e umido.
  2. Prendete le capesante e rimuovete la sacca che si trova sotto al corallo, che spesso contiene della sabbia.
  3. Lavatele bene sotto l’acqua fredda e tamponatele con della carta assorbente.
  4. Disponetele su una teglia da forno e cospargetele con la panatura.
  5. Completate con un filo d’olio.capesante1
  6. Cuocete in forno a 200°C per 15 minuti.
  7. Se vi piacciono, accompagnate le capesante con delle patate al forno, che potete rendere sfiziose se le condite con un po’ della panatura che avete usato per i molluschi!collage capesante

 

APPUNTI PER IL VOSTRO RICETTARIO

  • Potete trasformare questo piatto variando la MATITAscelta delle erbe aromatiche oppure utilizzando frutta secca come pistacchi o nocciole tritate al posto del pangrattato. Trovate un’altra versione di questa ricetta cliccando qui.
  • Idea per una pasta GOLOSISSIMA: tenete da parte i coralli dei molluschi e frullateli fino ad ottenere una crema. Passate questa salsina in padella con olio molto caldo, per appena un minuto. Una goduria!