Capesante gratinate – la versione classica

Una volta ogni tanto, possiamo concederci il lusso di una cena con queste regine del mare!

capesante2

Ingredienti

  • 10 capesante
  • 40g di pangrattato
  • ½ bicchiere di cognac o vino bianco
  • Erbe aromatiche (prezzemolo, origano, timo, rosmarino)
  • Sale e pepe
  • Olio evo

Procedimento

  1. Iniziate preparando la panatura: mescolate in una ciotola il pangrattato con le erbe aromatiche tritate, il sale e il pepe. Aggiungete poi il cognac o il vino bianco. Otterrete un composto “sbricioloso” e umido.
  2. Prendete le capesante e rimuovete la sacca che si trova sotto al corallo, che spesso contiene della sabbia.
  3. Lavatele bene sotto l’acqua fredda e tamponatele con della carta assorbente.
  4. Disponetele su una teglia da forno e cospargetele con la panatura.
  5. Completate con un filo d’olio.capesante1
  6. Cuocete in forno a 200°C per 15 minuti.
  7. Se vi piacciono, accompagnate le capesante con delle patate al forno, che potete rendere sfiziose se le condite con un po’ della panatura che avete usato per i molluschi!collage capesante

 

APPUNTI PER IL VOSTRO RICETTARIO

  • Potete trasformare questo piatto variando la MATITAscelta delle erbe aromatiche oppure utilizzando frutta secca come pistacchi o nocciole tritate al posto del pangrattato. Trovate un’altra versione di questa ricetta cliccando qui.
  • Idea per una pasta GOLOSISSIMA: tenete da parte i coralli dei molluschi e frullateli fino ad ottenere una crema. Passate questa salsina in padella con olio molto caldo, per appena un minuto. Una goduria!

 

 

 

 

Crostata stracciatella

Questo dolce è un classico, ma è sempre una sorpresa l’abbinamento del ripieno cremoso alla ricotta con il guscio di frolla friabile. Da leccarsi i baffi!

crostata3

Ingredienti (per una tortiera da 24cm di diametro):

  • Pasta frolla (vedete le dosi nei link qui di seguito): potete scegliere quella classica o quella senza burro e uova
  • 500g di ricotta vaccina
  • 100g di gocce di cioccolato
  • 80g di zucchero a velo
  • 3 cucchiai di rum
  • La scorza grattugiata di ½ limone

Procedimento:

  1. Preparate la pasta frolla seguendo queste ricette: frolla classica, oppure frolla senza burro e uova. Mettete il panetto a riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.
  2. Nel frattempo dedicatevi al ripieno: mescolate bene la ricotta in modo da sciogliere tutti i grumi; aggiungete le gocce di cioccolato, lo zucchero a velo, la scorza grattugiata del limone ed infine il liquore.
  3. Stendete la frolla con il mattarello, tenendo da parte un po’ di impasto per le decorazioni.
  4. Adagiatela in una tortiera imburrata ed infarinata, versate quindi il composto di ricotta.crostata1
  5. Decorate dando sfogo alla vostra fantasia: listarelle, rotolini, o formine fatte con gli stampini per i biscotti!crostata2
  6. Infornate a 180°C per 35/40 minuti.

 

APPUNTI PER IL VOSTRO RICETTARIO

  • Potete sostituire il rum con il cointreau o il marsala.MATITA
  • Se non vi piace il limone, potete utilizzare la buccia grattugiata di mezza arancia oppure aromatizzare con i semi di un baccello di vaniglia.
  • Usare lo zucchero a velo vi permetterà di avere una crema bella liscia, senza rischiare di sentire i granelli dello zucchero sotto ai denti!

Risotto calamari e cozze

Durante il fine settimana concediamoci una mezz’oretta di calma davanti ai fornelli, prima di pranzo. Soddisfiamo la famiglia o gli ospiti della domenica con questo cremoso risotto di pesce, super facile!

risotto3

 

Ingredienti (per 4 persone)

  • 300gr di riso (io ho utilizzato l’Arborio marchio Coop)
  • 1 litro circa di brodo (meglio se di pesce, ma va bene anche quello vegetale)
  • 400gr di calamari
  • 200g di cozze già sgusciate
  • 1 spicchio d’aglio
  • 15 pomodorini
  • Olio evo
  • Succo di mezzo limone
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • Latte qb
  • Peperoncino
  • Prezzemolo

Mettiamoci all’opera!

  • Lavate bene le cozze e i calamari sotto l’acqua corrente. Tagliate questi ultimi a dadini, così da accelerare la cottura.
  • Fate rosolare brevemente lo spicchio d’aglio intero con un pò di olio d’oliva, quindi togliete l’aglio e mettete nella casseruola il riso. Tostatelo per un paio di minuti.
  • Sfumate con il vino bianco.
  • Non appena l’alcol sarà evaporato, aggiungete un pò di brodo e i dadini di calamari. Portate a cottura versando il brodo poco alla volta.
  • Insaporite con del prezzemolo tritato e peperoncino a vostro piacere.
  • Quando mancano 5 minuti al termine della cottura, aggiungete il succo di mezzo limone: vi lascerà in bocca un retrogusto molto fresco, ottimo con il pesce.
  • A 2 minuti dalla fine, aggiungete anche le cozze e i pomodorini tagliati a metà.

risotto 1

  • Personalmente non amo accompagnare il pesce con il formaggio, però la mantecatura in un risotto non può mancare. Io utilizzo un goccio di latte, alzo la fiamma e aspetto che si assorba un pò fino a creare una cremina irresistibile!

 

APPUNTI PER IL VOSTRO RICETTARIO

  • Preparare il brodo di pesce richiede del tempo…approfittate, quando non siete diMATITA fretta, per prepararne una bella quantità e potete congelarlo in vasetti di vetro. Così ce l’avete pronto quando è ora di un bel risotto come questo!
  • Potete colorare questo risotto con una punta di curcuma, farete un figurone!

Salame extra fondente

Anche il classico salame al cioccolato può avere le sue varianti. La ricetta che vi propongo oggi sostituisce il burro con poco olio di semi e una golosa colata di cioccolato fondente! In più, il gusto alternativo lo danno anche le nocciole che metteremo nell’impasto.

salame cioccolato

 

Ingredienti:

  •  60g di nocciole tritate
  • 150g di cioccolato fondente
  • 40g di olio di girasole
  • 130g di biscotti
  • 30g di vino marsala o rum
  • 1 pizzico di sale

Procedimento:

Per prima cosa mettere a sciogliere il cioccolato a bagnomaria. Nel frattempo, tritate finemente le nocciole e sbriciolate i biscotti.

In una ciotola capiente mescolate i biscotti con le nocciole, aggiungete il pizzico di sale, l’olio di semi e il marsala. Non appena il cioccolato sarà ben fuso, versatelo sopra poco a poco, continuando a mescolare.

Quando l’impasto inizia a rassodarsi, potete lavorarlo con le mani sul piano di lavoro. Se volete evitare di appiccicare cioccolato su tutta la superficie, stendetelo più comodamente su un foglio di carta forno.

Dategli la classica forma di salame e chiudetelo bene in un foglio di carta stagnola. Fatelo riposare almeno un’ora in frigorifero prima di consumarlo (se riuscite a resistere!).

Potete accompagnarlo con una vellutata salsa di fragole: farete un figurone e con il minimo sforzo!

APPUNTI PER IL VOSTRO RICETTARIO

  • Potete sostituire le nocciole con noci, mandorle o anacardi. Ognuno darà un aroma particolare al vostro dolce! MATITA
  • Variate il tipo di biscotti e avrete ogni volta un risultato diverso; è anche un’idea pratica per smaltire qualche biscotto rimasto sul fondo del sacchetto 🙂
  • Questo dolce si può congelare, ancora più pratico se già tagliato a fette, così quando vi prende una voglia matta di cioccolato…in 10 minuti a temperatura ambiente è pronto da mordere!

 

 

 

 

Polpette di zucca e pancetta al forno

Non avete più idee per il pranzo da portare al lavoro? Preparate una bella scorta di queste golose polpette, potete congelarle per averle pronte quando non c’è tempo per cucinare!

polpette zucca

 

Ingredienti (per circa 15 polpette):

  •  650g di polpa di zucca già cotta
  •  150g di pangrattato
  •  70g di parmigiano grattugiato
  •  1 uovo
  •  pancetta a cubetti qb
  •  sale
  • pepe
  • noce moscata
  • cannella

Per la panatura:

  • pangrattato qb
  • prezzemolo
  • paprika forte

Procedimento:

  • Schiacciate con una forchetta (o con un frullatore ad immersione) la polpa di zucca già cotta fino a renderla ben omogenea.
  • Aggiungete l’uovo, il parmigiano, la pancetta tagliata a dadini e il pangrattato; le dosi del pane grattugiato possono variare in base a quanta acqua rilascia la zucca che avete scelto. Infine salate ed aggiungete le spezie a vostro gusto.
  • Quando il composto sarà compatto, cominciate a formare le polpette e schiacciandole bene.
  • Preparate la panatura mescolando il pangrattato con il prezzemolo tritato e la paprika (anche questa dosatela a piacere).
  •  Passate le polpette nella panatura, premendo bene per farla aderire.
  • Disponetele su una teglia ricoperta di carta forno; versate un filo d’olio d’oliva in superficie per avere una crosticina ancora più croccante.
  • Cuocete in forno a 220°C per circa 25 minuti.

 

APPUNTI PER IL VOSTRO RICETTARIO MATITA

  •  La zucca che usate per preparare queste polpette, come per altre ricette, la potete cuocere in forno (a pezzi e con la buccia) per circa 40 minuti a 180°C coperta da carta stagnola. Così non dovrete faticare per spellarla da cruda!
  • Se volete una zucca più asciutta, scegliete, ad esempio, la violina ferrarese.

 

 

Ciambellone con farina di castagne e carrube

Una perfetta torta da servire con il the della merenda o da inzuppare nel latte la mattina. Resterete sorpresi all’aroma di questi due ingredienti messi assieme!

ciambellone

 

Ingredienti (per una tortiera a ciambella da 24cm di diametro):

  • 150g di farina 0
  • 150g di farina di castagne
  • 100g di farina integrale o di farro
  • 30g di farina di carrube
  • 20g di maizena
  • 160g di zucchero
  • 1 bustina di lievito
  • 350ml di latte
  • 50ml di olio di girasole

Procedimento:

  1. Mescolate prima tutti gli ingredienti secchi: le farine, la maizena, lo zucchero ed il lievito. Unite poi il latte e l’olio poco per volta. Il composto deve risultare abbastanza denso.
  2. Oliate ed infarinate uno stampo per ciambella e versateci il vostro impasto.
  3. Cuocete in forno già caldo a 180° C per 40/45 minuti. Non vi resta che godervi il suo profumo e sapore fantastico!

 

APPUNTI PER IL VOSTRO RICETTARIO MATITA

  • La farina di carrube si trova ormai in tutti i supermercati, di solito nella sezione dedicata ai prodotti biologici. Io, quando mi capita l’occasione, la compro ai mercatini dell’artigianato dov’è venduta direttamente dai produttori siciliani. Se non ne avete in casa, per fare questa torta la potete sostituire tranquillamente con il cacao amaro.
  • Se invece in dispensa vi manca la maizena, potete usare al suo posto frumina, fecola di patate o farina di riso; tutte servono a rendere la torta ancora più soffice.