Il Cadore nel piatto, Péta col Čarié (torta soffice con il cumino)

torta soffice con il cumino
Passata questa settimana, lasciatemelo dire, finalmente sono laureata e posso rientrare a pieno titolo nella categoria dei disoccupati! A parte gli scherzi, mercoledì è stato un giorno meraviglioso; anche Cuoche si diventa è stato menzionato nella tesi e ho parlato anche di voi! Voglio ringraziarvi per la soddisfazione che ogni giorno mi date. Ogni nuovo iscritto al mio blog è una conquista, ogni ricetta provata da voi mi riempe di gioia. Grazie di cuore.
Mettiamo da parte le “smancerie” e veniamo alla ricetta, la terza ricetta cadorina: la péta col Čarié. Questa torta è fatta usando materie prime della montagna e ingredienti economici e disponibili: la farina da polenta, la grappa e ,appunto, il Čarié.. il cumino da campo che le bimbe raccoglievano durante le passeggiate tra i monti.

Torta soffice con il  cumino – circa 290 kcal a porzione

 torta al cumino

Ingredienti per 10 persone

  • 3 uova
  • 200 gr di zucchero
  • un bicchierino di grappa
  • un pizzico di sale
  • 75 gr di burro
  • mezzo bicchiere di olio di semi
  • 100 gr di farina da polenta (non istantanea!)
  • 200 gr di farina bianca
  • Una bustina di lievito
  • Due manciate di cumino
  • (Un poco di latte se l’impasto è troppo compatto)

Come si procede

torta con il cumino stapbystepdef

  1. Montate le uova con lo zucchero, poco dopo aggiungete  grappa e il pizzico di sale;
  2. Aggiungete il burro a tocchetti e l’olio e continuate a mescolare;
  3. Pesate 100 gr di farina da polenta e 200 di farina bianca, mescolatele insieme al lievito e unite anche queste al composto;
  4.  Aggiungete in ultima il cumino e amalgamatelo all’impasto. Imburrate e infarinate una tortiera (le nonne usavano la teglia quadrata), versateci il composto e infornate a 180° per 40-45 minuti

Alcuni consigli 

  • Tradizionalmente questa è la ricetta base ma veniva fatta anche arricchendola con fichi, uvetta o mele.
  • Potete anche aggiungere un pò di più di cumino ma state attenti al gusto; a me piace da matti ma è un poco particolare. E’ questione di gusti!

torta al cumino

———-

10 commenti

  1. Margherita

    Davvero buona! E’ finita in un baleno! brava!!!

    Rispondi
    1. marialarese

      Hai propio ragione, da riprovare 🙂

      Rispondi
  2. conunpocodizucchero

    hai ragione, i sembra proprio interessante e buonissima così rustica!!! 😀

    Rispondi
    1. marialarese

      Si, una vera ricetta tradizionale veneta, un gusto davvero d’altri
      tempi 🙂

      Rispondi
  3. marialarese

    Grazie a te Valeria, ti aspettano numerose ricette qui:)

    Rispondi
  4. Paola

    carissima, avrei bisogno di sapere che tipo di CUMINO (o finocchio selvatico) consigli:
    io ne ho raccolto molto oggi in alta montagna, è bello verde e profumato, va bene o devo farlo seccare? va messo intero o spezzettato?? grazie per una risposta urgente, perché voglio provare a fare la tua ricetta. ciao. Paola

    Rispondi
    1. marialarese

      Ciao Paola:) Quello che hai raccolto in montagna è proprio il “Ciariè” delle nonne, prima di usarlo però si lava, si asciuga delicatamente con un panno e si mette a essiccare non troppo sovrapposto in un luogo fresco e ombreggiato, poi, ricavi i semini e li metti interi nell’impasto secondo la ricetta:) Magari aggiungi del latte se l’impasto tende a essere troppo compatto. A, poi fammi sapere:) Bacio

      Rispondi
  5. Pingback: Il Cadore nel piatto, Péta col Čarié (torta soffice con il cumino) | Ricette Cucina Blog

  6. Terry

    La voglio! 🙂

    Rispondi
    1. marialarese

      Provala:) Poi dimmi;) Besos

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *